Trenitalia e la Carta blu

La Carta blu di Trenitalia è gratuita dura cinque anni e consente di usufruire della gratuità del viaggio o del pagamento di un prezzo ridotto per l’accompagnatore. I cittadini con disabilità, titolari dell’indennità di accompagnamento, di cui alla Legge n° 18/80 e successive modificazioni ed integrazioni, e i titolari di indennità di comunicazione, di cui alla Legge n° 381 del 26 maggio 1970, residenti in Italia, possono rihiedere a Trenitalia e quindi usufruire della Carta Blu, un’agevolazione nominativa Trenitalia. La Carta bludeve essere richiesta e viene rilasciata gratuitamente presso le Sale Blu e le biglietterie di Stazione, presentando la necessaria documentazione attestante la titolarità all’indennità di accompagnamento e un documento di identificazione personale. La Carta Blu è gratuita ed valida cinque anni (se l’invalidità è stata dichiarata revisionabile, la validità della Carta è pari a quella dichiarata nella certificazione di inabilità che ti è stata rilasciata e comunque non superiore ai cinque anni).  La Carta blu di Trenitalia, consente di usufruire della gratuità del viaggio o del pagamento di un prezzo ridotto per l’accompagnatore, come di seguito precisato:

  • nel caso di treni Espressi, Intercity ed Intercity notte viene rilasciato un unico biglietto al prezzo intero previsto per il treno utilizzato valido per due persone;
  • nel caso di treni ES* city, ES*, AV o di servizio in vettura letto o cuccetta, viene rilasciato un unico biglietto, valido anche per l’accompagnatore, per effettuare un viaggio di corsa semplice, il cui importo è pari alla somma dei prezzi di un biglietto base e di un cambio servizio tra i prezzi interi per treni IC e quelli per il treno di categoria superiore con cui intendi viaggiare.

La Carta blu di Trenitalia deve essere esibita all’atto dell’acquisto: se si sale in treno senza biglietto, si viene regolarizzati senza applicazione delle agevolazioni di prezzo e con il pagamento delle penalità previste. Si deve sempre esibire al Personale di Bordo, insieme al biglietto, la Carta Blu ed un documento di identificazione personale, se se ne è sprovvisti si viene regolarizzati con il pagamento della differenza fra il prezzo intero e quello ridotto fruito, più una penalità di 8 euro. Nel caso di utilizzo del servizio cuccette, VL, Excelsior ed Excelsior E4, se si viaggia senza un documento di identificazione valido, si viene regolarizzati con il pagamento della differenza fra il prezzo intero e quello ridotto fruito, più una penalità di 25 euro. Se si chiede il rinnovo della Carta Blu contrassegnata dalla sigla “P”, rilasciata in caso di invalidità dichiarata permanente, non si deve presentare la documentazione attestante la titolarità all’indennità di accompagnamento. La Carta Blu di Trenitalia è valida solo sui percorsi nazionali e non è cumulabile con altre agevolazioni, ad eccezione della riduzione accordata ai ragazzi ed agli elettori.

I Servizi Sociali del Comune di Cori per il tramite dell’Ufficio stampa ci hanno inviato il comunicato che avete appena letto. 09.02.2011

Twitter Digg Delicious Stumbleupon Technorati Facebook Email

2 Risposte a “Trenitalia e la Carta blu”

  1. Vorrei se con una invalidita’ del 85% posso usufruire del servizio carta blu e se positivo dove posso richiederla e quale documentazione occorre grazie

    • Grazie mille per essere un nostro lettore. Per avere ulteriori informazioni può richiederle al Numero Verde delle Sale Blu di RFI: 800 90 60 60

Lascia un Commento